.

FINCONS GROUP punta su "Nearshore" ed espansione all'estero

ICT4Executive

Il 2015 vedrà permanere la domanda delle organizzazioni utenti di contenere i costi, ma ciò non dovrà tradursi in una riduzione delle iniziative progettuali, né nei CIO in una minor attenzione alle richieste del business, spiega Michele Moretti, CEO della società di IT Business Consulting, che negli ultimi quattro anni ha raddoppiato il suo fatturato.

«Nel 2015 resterà forte l’esigenza delle aziende di contenere i costi, ma ciò non deve tradursi in una riduzione delle iniziative progettuali, né nei CIO in una minor attenzione alle esigenze del business. In tale scenario, per noi, la strategia vincente è di investire nel nostro centro “nearshore”». Questa la visione di Michele Moretti, CEO di FINCONS GROUP. Rispetto alle difficoltà del mercato ICT in Italia il Gruppo FINCONS è un’eccezione, avendo chiuso il 2014 ancora in crescita, con 800 persone in organico e oltre 75 milioni di euro di fatturato, realizzato per il 60% in Italia e per il 40% in Svizzera, e raddoppiato in soli 4 anni. «Lungimiranza imprenditoriale, radicamento nel territorio, competenze di mercato, sourcing di tecnologie innovative sono da sempre i nostri driver. Quest’approccio ci ha fatto investire per tempo in un modello di IT service nearshore made in Italy e nell’espansione estera», spiega Francesco Moretti, Deputy CEO del Gruppo.



FINCONS GROUP punta su "Nearshore" ed espansione all'estero