.

L’IT Glocale che va in Europa

EXECUTIVE.IT

Nel vocabolario d’impresa entrano periodicamente parole nuove. Succede quando le cose cambiano e serve spiegare un concetto fuori dalle righe, una direzione diversa, marcare un territorio inesplorato. Una delle più interessanti è “glocale”, termine coniato negli anni Ottanta in Giappone (Glocalisation, da Glocal e Local) e sviluppato nella lingua inglese dal sociologo Zigmunt Bauman. Glocale, dai primi anni Novanta, significa vedere il globale e il locale come due lati della stessa medaglia, senza contrapposizione, superare i confini senza abbatterli e, più semplicemente, guardare al mondo coi piedi ben piantati nella propria terra.

Per Michele Moretti e suo figlio Francesco, rispettivamente Amministratore Delegato e Vice President di FINCONS GROUP, glocale vuol dire far crescere un’azienda reclutando i migliori esperti sulla piazza internazionale, e intanto assumere neolaureati per offrire servizi in Nearshore dal Delivery Center localizzato a Bari. Glocale è crescere all’estero rimanendo italiani, espandersi con start-up e imminenti acquisizioni in Europa, ragionare da grande azienda conservando però l’agilità di una Pmi. È anche puntare alla quotazione in Borsa affidandosi a un fondo d’investimento internazionale, senza mai dimenticare l’impronta famigliare.



L’IT Glocale che va in Europa