Immaginiamo un futuro migliore per i Paesi in via di sviluppo

Il rapporto che abbiamo instaurato con il villaggio di Pire Goureye in Senegal è unico nel suo genere. Quasi 10 anni nei quali abbiamo condiviso sfide e successi, con l’obbiettivo di combattere importanti problematiche 

Il Senegal è il paese più ad ovest dell’Africa, una Repubblica Presidenziale con più di 15 milioni di abitanti. Esclusa Dakar, la capitale, ed altre poche eccezioni sulla costa, la nazione si regge sulle aree rurali dell’entroterra, dove l’agricoltura è l’attività dominante: coinvolge il 75% della forza lavoro e la maggior parte del lavoro minorile. Uno dei maggiori ostacoli allo sviluppo economico del Senegal è il debole settore dell’istruzione, con un tasso di scolarizzazione fermo al 60% e l’analfabetismo che da anni non accenna a diminuire.

IL PROGETTO

Pire Goureye è un villaggio rurale del Senegal, a qualche ora di auto da Dakar. Siamo entrati in contatto con questa realtà distante grazie all’impegno personale del nostro CEO, Michele Moretti, verso i Paesi in via di sviluppo. Quando abbiamo deciso di aiutare direttamente questo villaggio africano, senza ulteriori partner o ONG, non sono mancate le difficoltà ma oggi siamo riusciti a mettere in atto un processo continuo che ci permette di aiutare il villaggio ad alzare il tasso di scolarizzazione e rafforzare la sanità.

  

NUOVE ATTREZZATURE E NUOVE PROFESSIONI PER L’OSPEDALE DI PIRE GOUREYE

Non appena abbiamo avuto la possibilità di fare la differenza in questo Paese, abbiamo deciso di concentrarci su quella che sembrava l’area più critica: la sanità. L’ospedale di Pire Goureye è uno dei pochi nell’area circostante e non possedeva alcune tra le più comuni, ma importanti, attrezzature. La nostra serie di donazioni inizia così nel 2012: abbiamo comprato e spedito diverse attrezzature mediche come letti, ecografi ed elettrocardiografi. Con nuovi materiali è arrivata presto la necessità di formare nuovo personale che potesse utilizzarli. Grazie ad ulteriori donazioni periodiche, è stato possibile ristrutturare un appartamento vicino all’ospedale dove possono alloggiare le infermiere specializzate.

I contatti con l’ospedale di Pire non si interrompono: risale al 2019 l’ultima donazione per riparare il tetto dell’ospedale, logorato dalla stagione delle piogge.

UNA NUOVA SCUOLA PER COMBATTERE IL BASSO TASSO DI SCOLARIZZAZIONE

Tutti i bambini e tutti i ragazzi dovrebbero poter andare a scuola. Per questo nel 2017 abbiamo deciso di progettare una soluzione al basso tasso di scolarizzazione del Senegal: costruire una scuola.

Il contratto comprendeva 3 fasi: la costruzione della struttura, l’imbiancatura e l’allacciamento elettrico e, infine, l’arredamento e i materiali scolastici.

 

Vorremmo che la scuola non sia un privilegio per pochi, ma un diritto per tutti i bambini del Senegal. L’istruzione è uno degli strumenti più potenti per contribuire allo sviluppo del Paese e di tutta l’Africa.

Michele Moretti, CEO di Fincons Group

La scolarizzazione è molto di più che l’insegnamento della matematica e della scrittura. Una scuola ha un valore immenso per le comunità più povere perché promuove crescita sociale, culturale ed economica e getta le fondamenta per un futuro migliore

Francesco Moretti, Deputy CEO del Gruppo

La costruzione della scuola è quasi finita. A ottobre 2020 abbiamo rinnovato il nostro impegno nel continuare il progetto sbloccando il budget necessario per la fase 2, così da finalizzare gli interni. Prevediamo che questa seconda fase inizi a breve; intanto ci stiamo portando avanti cercando uno staff e comprando ogni tipo di materiale necessario alla scuola come penne, matite, temperini, lavagne e altro.

PASSO DOPO PASSO VERSO UN MONDO PIU EQUO

Anno dopo anno ci rendiamo conto sempre di più di quanto la sanità e l’istruzione siano importanti per lo sviluppo e per garantire a tutti un futuro migliore. Per questo siamo determinati a continuare a fare la nostra parte per sostenere i diritti umani e le libertà fondamentale di ogni essere umano.