CONTENT4ALL

Il progetto mira a creare un avatar umano fotorealistico 3D per l'interpretazione in diretta di trasmissioni televisive utilizzando il linguaggio dei segni.

Content4All consente la personalizzazione, a costi ridotti, dei contenuti televisivi per gli spettatori non udenti, senza interruzione della programmazione standard. Attraverso lo sviluppo di tecnologie e algoritmi, è stato possibile creare un avatar umano 3D in grado di intepretare i segni e utilizzarli nelle trasmissioni:

  • Estrazione dei parametri di interpretazione dei segni, generazione di modelli 3D e animazione in tempo reale
     
  • Valutazione sperimentale delle prestazioni e creazione di modelli di business sostenibili
     
  • Elaborazione del segnale per l'interpretazione della lingua dei segni
     
  • Costruzione di un dimostratore commercializzabile

Content4All è stato menzionato nel rapporto di ricerca Gartner "Market Insight: Three Key Areas in Which AI Will Disrupt the Video Entertainment Ecosystem” tra i progetti che, facendo leva sull'intelligenza artificiale, possono cambiare radicalmente il modo in cui opera l’industria creativa dei video. E' infatti un progetto caratterizzato da forti compenenti innovative

Aree di innovazione

  • Rendering / animazione fotorealistica di avatar umani:

    un nuovo framework di acquisizione e animazione a basso costo e bassa complessità per la traduzione automatica della lingua dei segni
     
  • Animazione basata su immagini fotorealistiche:

    un nuovo motore che utilizza solo un database di immagini / video limitato di espressioni di base
     
  • Concatenazione e fusione automatiche di sequenze di movimenti ed espressioni di base:

    per formare una sequenza video completamente nuova
     
  • Traduzione efficace della lingua dei segni:

    un nuovo approccio combinerà la prospettiva statistica e basata su regole per superare le carenze di entrambi gli approcci quando applicato da solo
     
  • Applicazioni HbbTV e meccanismi di sincronizzazione dei contenuti per la creazione di contenuti dinamici basati su cloud: 

    le innovazioni che garantiscono la latenza nella ricezione del flusso di traduzione in tempo reale non influiscono sull’esperienza utente
     
  • Standard per le interfacce utente per i gruppi di utenti con disabilità:

    una definizione di usabilità e UX per i non udenti. Individuazione di criteri essenziali per il contenuto, la trasmissione e l’interfaccia utente